Web Writing

Web writer e Web writing: il nuovo mestiere

Per Web Writing si intendono tutte le tecniche di scrittura specifiche per siti internet.
Leggere un libro, una rivista o un giornale è molto diverso dal leggere una pagina web. Il monitor è un’intermediario piuttosto faticoso da utilizzare: stanca gli occhi, emette una luce innaturale e genera un’autonomia di attenzione molto più limitata rispetto a quella che si può avere con la carta stampata. Per questo motivo è importante che chi si dedica alla scrittura per il web, lo faccia stando attento a non commettere quegli errori che potrebbero far scappare l’utente. Ci sono tante piccole ma preziose regole per la scrittura nel web e in questa sede mi cercherò di esporne alcune con la speranza che possano essere utili tutti coloro che fanno queso per mestiere o per passione.

Scrivere per il web significa anche rispettare gli standard del W3C, tenendo sempre in mente che scrivere per il web non e’ come scrivere un documento cartaceo: per aumentare la navigabilità e l’accessibilità dei contenuti, bisogna imparare ad ottimizzare gli ipertesti.

Alcuni studi condotti da Jakob Nielsen, noto esperto di Usability, hanno dimostrato che le pagine web non vengono lette dall’inizio alla fine: i contenuti vengono “scrollati” alla ricerca delle parti ritenute interessanti. Chi realizza pagine web, deve lavorare sugli ipertesti in modo da facilitare la comprensione “a colpo d’occhio”, abbattendo numerose barriere di accessibilit&agrave.

Il primo accorgimento per scrivere buoni testi e’ la sintesi. Steve Krug, autore di Dont’ Make Me Think, consiglia di togliere il 50% delle parole da un testo da pubblicare on line e, dopo questa prima revisione, togliere un altro 50% delle parole rimaste. La soluzione e’ drastica, ma la sintesi nel web e’ importante perche’ i lettori non hanno tempo da perdere. La semplicità e’ un altro elemento da considerare: periodi complessi saranno capiti a fatica e, per gli utenti con disabilità cognitive, potrebbero presentare notevoli difficoltà. Dividi il testo in periodi brevi e semplifica l’esposizione di ogni concetto.